NEWS

News da Prasanthi Nilayam

25 dicembre 2006

Il Santo Natale ha visto la Sai Kulwant Hall assediata dai devoti occidentali, che hanno cantato inni di Natale fino alle 6.20 del mattino, quando si concluso il Nagarsankirtan. Bhagavan arrivato alle 8.45, luminoso in una veste bianca. Dopo il Darshan in macchina, andato sul palco dove ha assistito alla rappresentazione degli studenti, cominciata alle ore 9. Hanno iniziato i bambini delle elementari, che hanno suonato dei canti popolari natalizi con i violini. Quando hanno intonato "Jingle Bells", molti piccoli 'Babbi Natale' sono andati da Swami, gettando caramelle a tutti i bambini. Ha fatto seguito la banda dei ragazzi dell' Istituto con una selezione di canti di Natale durata quindici minuti. Poi gli studenti hanno presentato varie canzoni natalizie. Subito prima delle dieci, Swami ha disposto che venissero cantati i Bhajan, dopodich stato distribuito a tutti il Prasadam. Swami si quindi recato nella stanza delle interview per emergerne dopo circa dieci minuti e dirigersi verso la veranda, dove ha tagliato le torte di Natale l esposte. A questo punto ha continuato a camminare sotto il palco, arrivato fino agli studenti e poi, sempre camminando, si diretto verso la parte delle donne. Poi si seduto sulla Sua sedia ed ha offerto un bellissimo Darshan facendo un giro completo sulla sedia stessa, rendendo felici tutti i devoti. Quindi tornato alla veranda, ha accettato l' Arathi e poi tornato in macchina alla Sua residenza verso le undici.


Al pomeriggio Swami arrivato alle 15.45 circa e si seduto sul palco per alcuni minuti, ascoltando i canti vedici. Poi il Sig. John Behner, il coordinatore di Zona del Sud America, ha annunciato gli oratori dei discorsi che dovevano aver luogo nel pomeriggio. Questi ha anche raccontato come Swami gli abbia recentemente guarito un occhio senza bisogno di intervento chirurgico. Il primo oratore stato il Sig. Arthur Hillcoate. Nel suo breve discorso ha esortato tutti i fratelli e le sorelle Sai a seguire gli insegnamenti di Bhagavan e a vedere cos realizzate le proprie vite. L'oratore successivo stato Padre Charles Ogada, dalla Nigeria, insegnante alla 'Sathya Sai School' della Zambia. Padre Charles ha parlato in modo molto commovente su come il Signore entrato nella sua vita ed ha pregato che tutto il mondo possa ricevere la benedizione di poter venire da Bhagavan. Swami era molto felice e quando ha finito di parlare gli ha materializzato una catena d'oro. Dopo questi discorsi Bhagavan rimasto seduto per qualche tempo osservando la Sai Kulwant Hall che straripava di devoti, poi finalmente si alzato ed alle 16.50 ha cominciato a pronunciare il Suo Messaggio di Natale. Swami ha cominciato dicendo che fra Lui e noi non c' alcuna differenza, e proprio come il mazzolino di fiori che teneva in mano tutta l'umanit Una. Ha descritto la gioia dei devoti che ha incontrato in Africa, ha parlato dell' amore e della tolleranza esibita laggi dai cosiddetti animali selvaggi, affermando che al giorno d'oggi gli uomini si comportano come animali e gli animali si comportano come dovrebbero comportarsi gli uomini! Dopo aver concluso il Suo lungo Discorso, Swami ha chiesto che si cominciasse con i Bhajan. Dopo quindici minuti, Swami li ha interrotti ed ha accettato l' Arathi dal Sig. Behner e da Padre Charles, per poi ritirarsi.